Care Amiche e Cari Amici del Gruppo di Lettura di Sesto Calende buon 2022 a tutti!

Come annunciato il 25 GENNAIO CI TROVIAMO VIA ZOOM ALLE 17.45 con Don Camillo e con Peppone!

Ai suoi tempi, siamo nel 1948, questo libro ha provocato polemiche e fazioni.

Credo che oggi possa essere letto in due modi: uno come tipico intrattenimento e ovviamente può piacere o non piacere nei vari siparietti, gags, raccontini…

Un altro in modo alternativo e allora i temi trattati diventano oggetto di riflessione. Sì perché casualmente Guareschi si presenta subito dopo Adam. Lì abbiamo trattato di etica del futuro, di morale del progresso. Qui trattiamo di etica e morale nella quotidianità della nostra vita.

Lì ci siamo confrontati con l’intelligenza artificiale. Qui ci confrontiamo con i valori fondanti dai quali scaturiscono le competenze con le quali approcciamo l’intelligenza artificiale e il nostro futuro.

E’ insomma un libro “a monte” come si usa dire. E propongo solo un esempio: pedalare nella vita è una competizione, ma poi, dopo che ciascuno ha messo alla prova le proprie energie e capacità, si arriva insieme! Non è forse che salvaguardando la propria identità, quell’arrivo “insieme” si basa sui valori dell’autentico rispetto e della profonda amicizia?

Ma allora perché è stato un libro divisivo? Perché ancora oggi in internet si leggono critiche aspre? Perché non leggere tra le righe la gioia di vivere, la fratellanza, la “grandezza” dell’uomo?

Un saluto cordialissimo!

Marco